Hotel Italia

ALBERGO AL COLLE DEL GRAN SAN BERNARDO

Trekking e passeggiate

Etroubles (1280 m) - Col d'Arsy (2543 m)
durata: 3 h
Partendo dal villaggio di Echevennoz-Dessus, dirigetevi verso l'alpeggio Praperrier (1569 m) fino alla strada militare che abbandonerete presto per imboccare il sentiero che porta agli alpeggi d'Arsy (1981 m) e alla Chaz d'Arsy (2263 m). Un facile sentiero attraversa i verdi prati del vallone e conduce al Colle d'Arsy (2543 m). Avrete adesso la scelta: a sinistra, costeggiando la cresta, arriverete al Mont Fallère (3061 m) che offre, grazie alla sua posizione centrale, una vista panoramica sull'intera Valle d'Aosta; a destra, dopo aver passato la Cabane Millet, arriverete alla Grand Têta (2629 m) da dove potrete ammirare un bellissimo panorama sulla valle del Gran San Bernardo.

Bosses (1519 m) - Col Citrin (2484 m)
durata: 2h45
Partenza da Saint-Léonard. Seguire la strada carrozzabile della chiesa fino alla frazione di Comba (1493 m). Attraversate il torrente Artanavaz, entrate nella foresta e tenersi sempre lungo il torrente. La mulattiera si trasforma in sentiero e dopo una serie di zig zag arriva agli chalet dell'alpeggio del Citrin dou Menten (2005 m). Un bel percorso conduce alla Tsa de Citrin (2323 m), proseguire infine attraverso i verdi pascoli in direzione del colle.

Bosses (1519 m) - Col Serena (2547 m)
durata: 3 h
Partendo da Pont (1666 m) si segue il sentiero che penetra lentamente nel vallone fra rododendri e mirtilli raggiungendo l'Alpe du Bois (1947 m). Il sentiero prosegue fra pascoli, cosparsi di grossi detriti. Tenendosi sul fondo di una conca pietrosa in valloncello si arriva al colle senza possibilità di errore.

Bosses (1519 m) - Col Malatrà (2928 m)
durata: 4 h
Dall'alpeggio di Jeux (1994 m) una strada porta alla Tsa des Merdeux (2265 m): seguire verso ovest le numerose tracce lasciate dai greggi. Continuare attraverso le pendenze e i prati erbosi in direzione della base della cresta del Mont Tapier, rilievo di rocce chiare. Prendere a sinistra e entrare nel bacino adiacente al colle. Il sentiero, ben marcato, monta rapidamente e raggiunge il colle attraverso pendii detritici sopra il Mont Tapier. La vista è spettacolare: di fronte a voi apparirà, maestoso, il Monte Bianco (4810 m) con i suoi superbi ghiacciai.

Saint-Rhêmy (1619 m) - Colle del Gran San Bernardo (2473 m)
durata: 3 h
Da Saint-Rhêmy la mulattiera si mantiene fra il torrente e la strada statale fino ad una piccola diga. Si esce sulla strada e la si percorre per circa 100 m fin dove, oltre una curva, si riprende a destra la mulattiera, di fronte all'alpeggio Les Toules (1721 m). Si continua lungo la diramazione di destra e si sale con strette svolte un tratto ripido. Con lunga e regolare salita obliqua si taglia tutto il pendio soprastante la galleria e si giunge alla Cantina (2218 m). Da qui si continua per la vecchia mulattiera, dopo un largo giro sulla sinistra tra le rocce, raggiungendo di nuovo la strada poco prima che essa si addentri fra due pareti rocciose ed esce al Lago. Da qui sono raggiungibili il Mont Fourchon (2902 m), il Pain de Sucre (2919 m), il Col Fenêtre (2698 m) e la Babilona (2963 m).

Eternod (1645 m) - Col Barasson (2682 m)
durata: 2h30
Partenza da Eternod, seguire il sentiero che, dopo aver attraversato la strada, arriva agli chalets de Barasson (1865 m), all'entrata della valle con lo stesso nome. Dal sentiero che costeggia la riva destra del Torrente Barasson, raggiungere gli alti pascoli di Créton (2074 m). Continuare sul fondo del vallone e seguire le tracce del sentiero. Salire nella pietraia verso le rocce che precedono il colle.

Molline (2424 m) - Mont Vélan (3708 m)
Dall'alpeggio di Molline entrare nella grande conca che precede il colle di Facceballa (2900 m), dalla quale occorre salire a sinistra per portarsi sul ghiacciaio del Vélan. Dal margine sud-orientale del ghiacciaio, attraverso detriti e campi di neve, si sale obliquamente per uscire sull'orlo della calotta sommitale. Dal col d'Annibal (2992 m) si segue la cresta, all'inizio non ripida e di rocce rotte, in seguito alcune asperità si possono aggirare attraversando di preferenza sul versante vallesano.
Si oltrepassa la spalla denominata Aiguille du Déjeuner e si raggiunge la quota 3678 m al termine della cresta rocciosa, si prosegue quindi sui pendii di neve che portano alla vetta.

Vachéry (1356 m) - Col Champillon (2708 m)
durata: 3 h
Partenza da Vachéry in direzione del villaggio Cerisey (1407 m). Salire dal piccolo sentiero all'Alpe Gaë (1618 m), proseguire verso le Creux de Blentse (2361 m) per raggiungere il colle in un'ora e mezza.

Bourg-Saint-Pierre
Fournoutze - Les Planards - Gouille du Dragon
env. 4 h
Direction lac des Toules. Vers le milieu du lac, monter en lacets vers l'alpage de Fournoutze. Continuer par la combe des Planards. Après les ruines tenir à droite jusqu'à la Gouille du Dragon.

Cabane du Vélan
env. 2h30
Par le vallon du Valsorey jusqu'au chalet d'en haut, puis à droite, chemin marqué par le C.A.S.

Cabane du Valsorey
env. 4h30
Par le vallon du Valsorey jusqu'au chalet d'en haut puis à gauche. Petite cheminée avec chaîne pour s'aider. Chemin marqué par le C.A.S.

Combe de Drône - Les Bastillons
env. 4h - départ Super-Saint-Bernard
Par la route 1 km, puis à droite, alpage de la Pierre et Combe de Drône, au fond appuyer à droite, chemin pour le col des Bastillons ou col des Chevaux. Vue magnifique sur les 3 lacs de Ferret et des Grand et Petit Lé. On peut continuer sur le Val Ferret.

Le passeggiate sono state tratte da: "Hiver dans les Vallées du Grand-Saint-Bernard"
 
 
>> Ritorna ala pagina delle attività